Zenit 122

Prima di iniziare ho da fare due premesse:
I _ Questo post dovevo scriverlo da ieri e ne avevo un altro pronto da mercoledì… ma il mio pc da martedì sera ha ben deciso di fare l’alternativo e di darmi problemi al punto da non poter aggiornare il blog, non poter visualizzare notifiche e darmi problemi anche con la pagina facebook… -.-”
II_ Cronologicamente le foto di questo post sono state scattate prima di quelle con la Disderi Robot ma ho preferito rimandarla di qualche giorno in attesa che mi arrivasse la nuova Zenit 122 in sostituzione della prima che mi è morta tra le mani!
Infatti, e qui inizia la nostra storia, presi la prima Zenit 122 ad un mercatino per pochissimi spiccioli: tutta sporca, polverosa e con solo un piccolo difettuccio al tempo 1/30 s, il blocco dello specchio con perdita della visibilità attraverso il mirino!
ImmagineZenit 122 by Samsung Galaxy Note

Con pazienza certosina e le stelline negli occhi ho tolto la patina di polvere che la ricopriva e ho montato il primo rullino (Fujicolor 200 da 36 pose finito in un niente 😀 ).Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Raramente il mio cane si fa fotografare così u.u si vede che la Zenit piaceva anche a lei!Immagine

Immagine
Ma quanto mi sono divertita ad usare le lenti Close Up del 18-105 con il fantastico Helios 58 mm!Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Dopo lo sviluppo del primo rullino mi sono resa conto che anche l’obiettivo era rimasto bloccato alla massima apertura… ma lo adoravo comunque *_*
è con questa macchina che ho iniziato ad amare il Fujicolor che, leggermente sottoesposto, restituisce dei colori e delle saturazioni, a mio parere, sublimi!

Ovviamente come tutte le favole qualcosa deve andare storto.
Appena ritirati i negativi dal laboratorio, ho fatto qualche scatto “a vuoto” per capire la meccanica della macchina e il blocco dello specchio. Non l’avessi mai fatto!
Lo specchio si è bloccato irrimediabilmente con l’aggiunta del blocco di tutti i tasti! ç__ç
Dopo qualche (luuunghiiiissiiiiimoooooo) minuto in cui ho cercato ovunque, su qualunque sito ed in qualunque modo la soluzione per sbloccarla, qualcosa si sgancia e la levetta dell’otturatore riprende a funzionare.
E con lei anche la macchina riprene vita *____*
Ma anche qui la strega cattiva ha fatto qualche incantesimo particolare per minare la mia gioia: pochi minuti dopo, volendo mettere una nuova pellicola, la molla dello specchio salta fuori… deformata (forse dal blocco precedente) lasciando lo specchio della mia piccola, giù senza possibilità di sollevarsi.
Invano ho tentato di aggiustarla…le foto farre da questa macchina e con il suo obiettivo mi avevano fatto impazzire!
Così, qualche mese dopo, trovata una vantaggiossisima offerta su ebay l’ho ricomprata ^.^ (sono una spendacciona, lo so), è arrivata tra le mie mani ieri ed oggi, con la gioia alle stelle, l’ho ingaurata! Vi terrò aggiornati sul risultato!

Annunci

4 thoughts on “Zenit 122

  1. ciao, sto trattando per una zenit 122 a poco prezzo perché vorrei imparare a fare le fotografie ma non ho i soldi per una digitale. E poi l’analogica mi affascina di più: credo che l’ansia nello scattare le foto, il dover ragionare molto prima di fare uno scatto e il bianco e nero della pellicola siano inarrivabili. Volevo farti qualche domanda sul modello:
    1) Io non ho mai preso in mano una reflex in vita mia e partirei da zero: una zenit 122 è adatta per iniziare? o finirò per stufarmi subito vedendo che spendo soldi ma non ottengo risultati?
    2) Che tipo di batterie servono per far funzionare l’esposimetro? le classiche batterie a bottone che si trovano a pochi soldi dappertutto?
    3) Il prezzo per lo sviluppo e la stampa delle fotografie fatte è abbordabile o va a finire che per imparare dai miei errori stamperò foto da schifo spendendo tantissimi soldi a rullino? tu quanto spendi in media per far stampare le fotografie?

    Grazie in anticipo e complimenti per le foto! E anche per il cane che è troppo carino!

    1. Ciao!
      Allora la Zenit 122 è la prima reflex analogica, totalmente manuale che io abbia avuto e non mi ha mai deluso! I fotografi professionisti dicono che si impari meglio sul digitale ma io ho imparato a dosare luce e tempi su quella!
      La 122 è anche più leggera di molte reflex digitali da portarsi dietro (le altre Zenit sono molto più pesanti di questa) se poi è con l’helios 58mm non potrai che amarla!
      Mi chiedi se possa stancare… io credo che ci siano così tante possibilità, obiettivi, pellicole da provare che prima che arrivi a stancarti ne passa di tempo!

      Le batterie dell’esposimetro io le ho prese da un orologiaio per 5€ (2 pile a bottono, praticamente) e le ho provate con un rullino in bianco e nero ma non ho ancora avuto il tempo di svilupparlo e quindi non so dirti quanto sia affidabile. Io con i primi rullini ho usato la regola del 16 (http://www.nadir.it/tecnica/REGOLA_DEL_16.htm ti lascio questo link qui, mane puoi trovare anche molti altri ), ma gli sbagli leggeri di esposizione con la pellicola negativa non sono una cosa gravissima! Il mio primo rullino aveva l’helios bloccato a f/2 e alcune foto, anche se un po’ bruciate, sono uscite comunque molto soddisfacenti!
      Il prezzo dello sviluppo dipende dai laboratori: quelli dove vado io per il solo sviluppo chiedono 3 € mentre per la pellicola in bianco e nero possono arrivare a chiedere anche fino ad 8€. Per quest’ultimi, io ho risolto cercando di svilupparli da sola presso un laboratorio che hanno allestito in facoltà, in questo modo pago solo 1€ per gli acidi!
      Io i rullini non li stampo perchè quando iniziai avevo anche molti rullini 110 che nessuno voleva stampare o scannerizzare e, per questo, con 80€ portai a casa uno scanner compatto per pellicole (110 e 135). Se cerchi un po’ ne potresti trovare anche di più economici magari utilizzabile solo per 35mm =)
      Se ricordo bene, sviluppo e scansione arriva a 7€, mentre sviluppo e stampa a 12€. Ovviamente, anche qui dipende dal fotografo…
      Io ti consiglio di cercare i laboratori dalle tue parti e vedere il loro listino prezzi: se fossero abbastanza contenuti potresti tranquillamente rimandare l’acquisto di uno scanner così da poter scegliere con calma.
      Ho scritto tanto ma non so se sia riuscita a risolvere i tuoi dubbi, quindi, se hai da chiedere chiedi! 😀
      Grazie per i complimenti e, sì, il cane è una cucciolona adorabile 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...